Pensioni: cumulo gratuito professionisti

Pensioni: cumulo gratuito dei contributi anche per i professionisti. Confermata la possibilità per gli iscritti a gestioni previdenziali private di accedere al cumulo non oneroso dei contributi per pensione di vecchiaia o anticipata. Ecco le novità.

Pensioni: cumulo gratuito professionisti

Pensioni: sì al cumulo gratuito dei contributi per i professionisti. Nel testo di riforma delle pensioni 2016 è stato inserito all’articolo 29 del disegno di Legge di Bilancio 2017 l’emendamento che chiedeva la possibilità di ricorrere alla ricongiunzione a costo zero dei contributi versati in diverse Casse previdenziali.

Il testo, approvato in via definitiva alla Camera il 28 novembre 2016, prevede che anche i professionisti iscritti agli albi professionali potranno richiedere il cumulo gratuito dei contributi versati in Casse privatizzate. Si apre quindi la possibilità anche per i professionisti di accedere alla pensione anticipata e senza oneri aggiuntivi.

Maggiore flessibilità in uscita per i professionisti e senza oneri aggiuntivi per le Casse professionali; a finanziare il cumulo gratuito dei contributi per i professionisti sarà il Fondo per gli interventi strutturali di politica economica e il Fondo per le esigenze indifferibili.

Un’importante conquista per gli iscritti agli albi professionali che potranno, dall’entrata in vigore della riforma pensioni 2016 contenuta nella Legge di Bilancio 2017 procedere con il cumulo gratuito dei contributi previdenziali non coincidenti versati in gestioni pensionistiche diverse.

Con la possibilità di usufruire del cumulo gratuito dei contributi i professionisti potranno accedere sia alla pensione di vecchiaia che alla pensione anticipata nel caso rientrino tra i lavoratori precoci Quota 41, ovvero con almeno 12 mesi di contribuzione prima del compimento dei 19 anni d’età.

Ecco tutte le novità relative al cumulo gratuito professionisti, beneficiari e possibilità previste dal testo di riforma pensioni 2016 per gli iscritti agli albi professionali.

Pensioni: cumulo gratuito professionisti, ecco le novità

La riforma pensioni 2016 estende anche ai professionisti la possibilità di usufruire del cumulo gratuito dei contributi. Nei prossimi 10 anni si tratta di circa 35 mila iscritti agli ordini professionali che potranno usufruire della possibilità di cumulare i contributi versati in diverse casse previdenziali e raggiungere i requisiti per la pensione di vecchiaia o di anzianità.

Si tratta di 210 milioni di euro che si aggiungono alle risorse necessarie per la copertura delle misure previste in materia di pensioni ma soprattutto è una grande conquista e opportunità per gli iscritti alle casse previdenziali privatizzate dei professionisti.

In base alle disposizioni del testo di riforma pensioni 2016 contenuto nella Legge di Bilancio 2017 il cumulo gratuito estende ai professionisti la possibilità di calcolare la pensione in base ai periodi più risalenti e con il sistema di calcolo retributivo, più vantaggioso rispetto al calcolo contributivo.

Il cumulo gratuito dei contributi era già stato introdotto con la Legge di Stabilità 2013, prevedendo un funzionamento simile alla totalizzazione ma con la possibilità di unire gratuitamente i contributi versati in ogni gestione adottando il sistema retributivo. La novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2017 prevede la possibilità di utilizzare il cumulo gratuito dei contributi anche per raggiungere la pensione di anzianità, cioè la pensione anticipata per i lavoratori con contributi versati in più casse previdenziali.

Vediamo nel dettaglio come funziona il cumulo gratuito dei contributi per i professionisti e chi potrà beneficiarne.

Pensioni: cumulo gratuito professionisti, ecco come funziona

Come abbiamo affermato in precedenza il cumulo dei contributi è stato introdotto con la Legge di Stabilità del 2013 ma con possibilità limitate rispetto a quanto previsto con la nuova riforma pensioni 2016.

Con il cumulo dei contributi, fino al 2016, è fornita la possibilità di sommare i contributi versate in diverse casse previdenziali solo per ottenere la pensione di vecchiaia e non quella anticipata. Inoltre, ad oggi, il cumulo dei contributi non si può utilizzare nel caso di raggiungimento di autonomo diritto alla pensione in una delle gestioni previdenziali e le casse professionali restano escluse.

La novità è appunto l’estensione del cumulo gratuito dei contributi nel 2017 in favore di tutte le casse, comprese quelle dei professionisti, e per richiedere la pensione anticipata.

In breve, dal 2017, il cumulo gratuito dei contributi potrà essere utilizzato per raggiungere i requisiti richiesti per pensione anticipata, pensione di vecchiaia, pensione di inabilità e pensione ai superstiti. Interesserà sia i lavoratori dipendenti che gli autonomi iscritti all’Inps, alla gestione separata e alle casse pensionistiche sostitutive, ovvero a quelle dei professionisti.

Pensioni: cumulo gratuito professionisti, beneficiari

Per i prossimi 3 anni si stima che potranno accedere alla pensione anticipata e al cumulo gratuito dei contributi una platea di oltre 35 mila professionisti.
Ad accedere al cumulo gratuito saranno tutti i lavoratori dipendenti e autonomi iscritti alle gestioni Inps, alla gestione separata e alle forme sostitutive dell’Ago, Inpdai, Enpals e le altre forme di assicurazione generale. L’estensione prevede che il cumulo senza oneri aggiuntivi dei contributi sia rivolto anche a:

  • Commercialisti;
  • Architetti;
  • Avvocati, notai;
  • Consulenti del lavoro, psicologi;
  • Giornalisti;
  • Agenti e rappresentanti di commercio;
  • Dipendenti dell’agricoltura, attuari;
  • Chimici;
  • Agronomi e forestali, geologi;
  • Medici, infermieri, odontoiatri, biologi, veterinari;
  • Periti industriali, geometri, ragionieri.

Per maggiori informazioni leggi -> Cumulo gratuito dei contributi: cos’è e come funziona?