Modello F24 Elide: istruzioni per la compilazione

Redazione - Moduli fiscali

Modello F24 Elide: ecco le istruzioni per la compilazione e per il versamento dell'imposta di registro in caso di registrazione, rinnovo, risoluzioni e proroga dei contratti di locazione e il modello editabile da scaricare e compilare.

Modello F24 Elide: istruzioni per la compilazione

Il modello F24 Elide serve per effettuare il versamento dell’imposta di registro in caso di registrazione, rinnovo, risoluzioni e proroga dei contratti di locazione.

Nelle istruzioni per la compilazione del modello F24 Elide, di cui di seguito il formato editabile in pdf da scaricare, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che l’F24 Elementi identificativi si utilizza per tutti i versamenti che richiedono informazioni che non possono essere riportati nel modello F24 ordinario.

Il modello F24 Elide si utilizza quindi non soltanto per il versamento dell’imposte sui contratti di locazione ma anche per imposte e tasse ipotecarie, tributi speciali catastali, interessi e sanzioni amministrative e via di seguito.

Di seguito tutte le istruzioni per la compilazione del modello F24 Elide editabile per le locazioni, disponibile in formato editabile da scaricare.

Modello F24 Elide editabile

Di seguito si mette a disposizione dei lettori il modello F24 Elide editabile da scaricare e compilare:

PDF - 159.2 Kb
Modello F24 Elide editabile
Scarica il modello F24 Elide editabile da compilare in formato .pdf

Vediamo come compilare l’F24 Elide per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione.

Istruzioni per la compilazione del modello F24 Elide

Per pagare l’imposta di registro in caso di registrazione, rinnovo, risoluzioni o proroga del contratto di locazione bisogna compilare il modello F24 Elide seguendo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Per la compilazione del modello F24 Elide bisogna distinguere le due sezioni che è possibile visualizzare scaricando l’F24 Elementi Identificativi in formato editabile allegato nel paragrafo precedente:

Compilazione sezione contribuente

La sezione contribuente del modello F24 Elide per i contratti di locazione dovrà essere compilata con i dati relativi alla parte del contratto che procede con il versamento dell’imposta di registro.

Nel dettaglio, le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate prevedono le seguenti regole e modalità di compilazione:

  1. Codice Fiscale di chi effettua il versamento dell’imposta di registro tra le parti indicate nel contratto di locazione;
  2. Dati Anagrafici di chi tra le parti del contratto effettua il versamento;
  3. Domicilio Fiscale;
  4. Codice Fiscale Coobbligato e relativo codice identificativo che, nel caso dei contratti di locazione dovrà indicare la controparte rispetto a chi effettua il versamento (cod. 63).

Compilazione sezione erario ed altro

Nella compilazione del modello F24 Elide bisognerà prestare particolare attenzione alle istruzioni relative alle seconda parte, ovvero alla Sezione Erario ed Altro, in cui per il versamento delle imposte di registro e altri tributi legati ai contratti di locazione bisognerà compilare:

  • Codice Ufficio: da compilare in caso di versamento imposta di registro per le annualità successive alla prima, proroga o risoluzione. Inserire il codice identificativo dell’ufficio indicato sul contratto di locazione al momento della sua registrazione e presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Non compilare in caso di prima registrazione;
  • Codice Atto: da non compilare per i versamenti legati ai contratti di locazione;
  • Tipo: indicare la lettera F da utilizzare per identificare i versamenti relativi ai contratti di locazione;
  • Elementi identificativi: da compilare in caso di pagamento delle imposte per l’annualità successiva alla registrazione del contratto, ovvero in caso di risoluzione proroga, inserendo il codice identificativo del contratto di locazione.

Il codice identificativo del contratto di locazione è formato da 16 caratteri e il calcolo può essere effettuato online sul sito dell’Agenzia delle Entrate e sarà composto dai seguenti dati:

  • codice dell’Ufficio presso cui è stato registrato il contratto di locazione (caselle dalla 1 alla 3);
  • ultime due cifre dell’anno di registrazione (caselle 4-5);
  • serie di registrazione - 3A o 3T - (caselle 6-7);
  • numero di registrazione del contratto di locazione (caselle 8-13);
  • sottonumero di registrazione (se presente) o 000 (caselle 14-16).

Codici tributo modello F24 Elide

Per la corretta compilazione del modello F24 Elide bisognerà indicare il codice tributo relativo alla tipologia di versamento effettuato.

Ecco la lista completa dei codici tributo da utilizzare per i versamenti delle imposte sui contratti di locazione da inserire nel modello F24 Elide:

  • Codice tributo “1500” – Imposta di registro per prima registrazione;
  • Codice tributo “1501” – Imposta di registro per annualità successive;
  • Codice tributo “1502” – Imposta di registro per cessioni del contratto;
  • Codice tributo “1503” – Imposta di registro per risoluzioni del contratto;
  • Codice tributo “1504” – Imposta di registro per proroghe del contratto;
  • Codice tributo “1505” – Imposta di bollo;
  • Codice tributo “1506” – Tributi speciali e compensi;
  • Codice tributo “1507” – Sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione;
  • Codice tributo “1508” – Interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione;
  • Codice tributo “1509” – Sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi;
  • Codice tributo “1510” – Interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi.

Nel campo “Anno di Riferimento” bisognerà indicare l’anno di stipula o decorrenza del contratto di locazione in caso di prima registrazione e l’anno di scadenza del versamento per gli anni successivi.

Infine, nella sezione “Importi a debito versati” bisognerà inserire la somma che si intende versare con l’F24 Elide.

Modalità di pagamento

I versamenti relativi alle locazioni da effettuare con modello F24 Elide possono essere effettuati presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate, gli uffici postali o bancari.

Il pagamento dovrà essere effettuato esclusivamente in modalità telematica dai contribuenti titolari di partita Iva, utilizzando i servizi online della propria banca oppure il portale Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate.