Esenzione Canone Rai 2017: ecco il modulo

Anna Maria D’Andrea - Moduli fiscali

Esenzione canone RAI 2017: ecco il nuovo modulo di domanda pubblicato dall'Agenzia delle Entrate e tutte le istruzioni per fare domanda.

Esenzione Canone Rai 2017: ecco il modulo

Come fare domanda per l’esenzione dal pagamento del Canone RAI 2017?

Esenzione Canone Rai 2017: l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 24 febbraio 2017 il nuovo modello utile per presentare domanda di esonero dal pagamento del Canone per l’anno in corso.

Il modello di esenzione Canone Rai 2017 viene accompagnato dalle istruzioni aggiornate, con le quali vengono illustrate le principali novità. Inoltre, si specifica che sarà ancora possibile presentare domanda ed ottenere l’esenzione dal pagamento del Canone con il vecchio modello ma esclusivamente per i primi 60 giorni dall’approvazione e dalla pubblicazione del nuovo modello, relativo al periodo d’imposta 2017.

Ricordiamo che il Canone Rai 2017 è oggetto di importanti novità: a partire dal 2017 l’importo dovuto a titolo di abbonamento tv sarà di 90 € e lo stesso verrà addebitato sulla bolletta della fornitura elettrica in dieci rate mensili da 9 € cadauna.

Di seguito il modello da scaricare e le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per richiedere l’esenzione Canone Rai 2017.

Esenzione Canone Rai 2017, modello e istruzioni. Ecco le novità

Come specificato dall’Agenzia delle Entrate, il modello di esenzione Canone Rai 2017 deve essere utilizzato esclusivamente da parte dei contribuenti titolari di utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale, per presentare le seguenti tipologie di dichiarazioni:

  • dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio TV, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica (quadro A);
  • dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per il quale è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell’abbonamento per suggellamento, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica (quadro A);
  • dichiarazione sostitutiva che il canone non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica (quadro B);
  • dichiarazione sostitutiva del venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente presentata (quadro C). Tale dichiarazione deve essere tempestivamente effettuata qualora vengano meno i presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente resa, ad esempio nel caso di successivo acquisto di un apparecchio televisivo.

Il modello per presentare domanda di esenzione Canone Rai 2017, pubblicato il 24 febbraio, può essere scaricato accedendo al sito dell’Agenzia delle Entrate, al portale Rai ma anche di seguito.

PDF - 103.7 Kb
Canone Rai 2017 - modello di esenzione
Clicca per scaricare il nuovo modello pubblicato dall’Agenzia delle Entrate per presentare domanda di esenzione Canone Rai 2017

Ecco le istruzioni ufficiali per la compilazione della domanda di esenzione Canone Rai 2017 e le novità apportate al nuovo modello.

Esenzione Canone Rai 2017, istruzioni e novità

Le istruzioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate per la compilazione della domanda di esenzione Canone Rai 2017 illustrano quelle che sono le novità contenute nel nuovo modello. In particolare nel nuovo modello per richiedere l’esenzione dal pagamento dell’abbonamento tv viene distinta e separata la sezione utile per dichiarare il venir meno dei presupporti di una dichiarazione presentata in precedenza.

Tra le novità che è possibile osservare leggendo le istruzioni per la compilazione del nuovo modello di esenzione Canone Rai 2017 c’è la possibilità di specificare la data a decorrere dalla quale sussiste il presupposto contenuto nella dichiarazione ai fini della cessazione del pagamento del canone (nel vecchio modello la dichiarazione sostituiva per l’ipotesi di cui al quadro B aveva effetto per l’intero canone dovuto per l’anno di presentazione).

Nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate si legge che la “data inizio” non può essere successiva alla data di sottoscrizione della dichiarazione sostitutiva. Se il presupposto attestato ricorre da date precedenti il 1° gennaio dell’anno di presentazione della dichiarazione sostitutiva, nel campo “data inizio” può essere indicato, convenzionalmente, il 1° gennaio dell’anno di presentazione.

La dichiarazione sostitutiva per richiedere l’esenzione Canone Rai 2017 (quadro B) di può essere presentata in qualunque giorno e momento dell’anno e ha effetto, ai fini della determinazione del canone dovuto, in base alla data di decorrenza dei presupposti attestati.

Di seguito le istruzioni complete per la compilazione e l’invio del modello di esenzione Canone Rai 2017.

PDF - 35.3 Kb
Canone Rai 2017 - istruzioni domanda esenzione
Scarica le istruzioni per compilare la domanda di esenzione Canone Rai 2017 utilizzando il modello di cui sopra