DSU ai fini Isee 2017: modello, istruzioni e novità

Anna Maria D’Andrea - Moduli fiscali

Modello Isee 2017: con il decreto del Ministero del Lavoro viene pubblicata la nuova DSU integrale e mini da utilizzare per le prestazioni sociali agevolate. Ecco le novità.

DSU ai fini Isee 2017: modello, istruzioni e novità

DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) per la richiesta del modello Isee 2017: approvato il nuovo modello e relative istruzioni con il Decreto del Ministero del Lavoro del 13 aprile 2017. Con la pubblicazione del Decreto arrivano anche importanti chiarimenti sui casi in cui è necessario compilare la DSU mini o integrale.

Nella maggior parte dei casi, ai fini dell’accesso alle prestazioni sociali agevolate, è necessaria soltanto la compilazione della DSU mini. Come specificato nelle istruzioni allegate, a partire da aprile 2017 sarà necessaria la compilazione del nuovo modello DSU integrale per la richiesta della dichiarazione Isee 2017 ai fini delle prestazioni di diritto allo studio universitario. Novità anche per quanto riguarda il modello Isee corrente, ovvero la DSU “integrativa” da compilare in caso di errori o variazioni nella propria situazione economica e reddituale.

La nuova DSU recepisce alcune importanti novità, prima tra tutte l’equiparazione tra coniugi e coppie unite con il rito dell’unione civile (Legge Cirinnà).

La DSU necessaria ai fini della presentazione del modello Isee 2017 diventa sempre più modulare ed è strutturata sulla base delle prestazioni sociali che si intendono richiedere. Ecco di seguito le istruzioni per la compilazione e presentazione della DSU ai fini della richiesta del modello Isee 2017.

DSU ai fini Isee 2017: modello, istruzioni e novità

La DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica, è la dichiarazione necessaria per il calcolo dell’Isee e per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate. A partire dal mese di aprile 2017 bisognerà utilizzare il nuovo modello di DSU approvato e pubblicato dal Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell’Economia con decreto pubblicato il 13 aprile 2017.

La nuova DSU 2017 e le istruzioni allegate presentano importanti novità per quanto riguarda i moduli da compilare ai fini della richiesta delle prestazioni sociali agevolate.

Sebbene nella gran parte delle situazioni sia sufficiente compilare il modello DSU MINI, costituito dalla prima parte del Modello Base (MB.1) e dalla prima parte del Foglio componente (FC.1), ci sono casi specifici in cui è necessaria la compilazione del modello di DSU integrale.

Come specificato dalle istruzioni per la compilazione e la presentazione della DSU ai fini della richiesta del modello Isee 2017 non è sufficiente la compilazione della DSU MINI nei seguenti casi:

  • richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario;
  • presenza nel nucleo di persone con disabilità e/o non autosufficienti;
  • presenza nel nucleo di figli i cui genitori non siano coniugati tra loro, né conviventi;
  • esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o sospensione degli adempimenti tributari.

In questi casi sarà quindi necessario compilare la DSU standard, nella sua versione estesa.

Di seguito il modulo di DSU da utilizzare per la richiesta del modello Isee 2017 e le relative istruzioni.

PDF - 1.6 Mb
DSU modello Isee 2017 e istruzioni
Scarica la DSU e le relative istruzioni per la richiesta del modello Isee 2017

Modello Isee 2017, istruzioni per la compilazione DSU mini, intregrale o integrativa

Ai fini della richiesta del modello Isee 2017 è quindi indispensabile la compilazione della DSU mini, integrale o corrente.

Nelle istruzioni allegate al modello di DSU da utilizzare a partire da aprile 2017 sono specificati i casi in cui non è sufficiente la compilazione dei moduli MB.1 e FC.1 (DSU-Mini).

A seconda delle caratteristiche del nucleo familiare e del tipo di prestazione che si intende richiedere bisognerà compilare:

  • Modulo MB.2: prestazioni per il diritto allo studio universitario e prestazioni per minorenni in caso di genitori non coniugati e non conviventi tra loro;
  • Modulo MB.3: prestazioni socio-sanitarie residenziali (es.: ricovero presso RSSA, residenza protetta e simili)
  • Modulo MB.1rid da compilare in alternativa al modulo MB.1, quando si preferisce far riferimento ad un nucleo familiare ristretto (solo beneficiario, coniuge e figli) in caso di prestazioni socio-sanitarie per persone con disabilità e/o non autosufficienti maggiorenni, prestazioni connesse ai corsi di dottorato di ricerca;
  • Modulo FC.1, compilazione da parte di tutti per tutte le prestazioni (Modello MINI);
  • Modulo FC.2: presenza nel nucleo di persone con disabilità e/o non autosufficienti
  • Modulo FC.3: in caso di presenza nel nucleo di persone esonerate dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o in caso di sospensione degli adempimenti tributari a causa di eventi eccezionali;
  • Modulo FC.4: da compilare solo per il calcolo della “componente aggiuntiva” in caso di prestazioni socio-sanitarie residenziali (compilazione da parte del figlio del beneficiario) e prestazioni per minorenni o universitarie in caso di genitori non coniugati e non conviventi tra loro (compilazione da parte del genitore non convivente con il figlio).

Nel caso di variazione della situazione lavorativa di un componente del nucleo familiare avvenuta nei 18 mesi precedenti alla presentazione della DSU sarà necessario richiedere il modello Isee corrente soltanto qualora la situazione reddituale complessiva del nucleo familiare sia superiore al 25%.

In caso di variazioni avvenute, ad esempio, dopo il 30 giugno 2015 (18 mesi prima della compilazione del modello Isee 2017) bisognerà compilare il quadro S2 della DSU.

I lettori interessati ad ulteriori approfondimenti e chiarimenti in merito possono far riferimento alla guida per la presentazione e il calcolo del modello Isee 2017.