Detrazioni fiscali Irpef 2017 ristrutturazioni condomini: tutte le novità

Detrazioni fiscali Irpef 2017 ristrutturazioni condomini: tutte le novità

Diego Denora - Irpef

Tutte le novità per le ristrutturazioni di condomini: detrazioni fiscali Irpef fino a 75% confermate da Legge di Bilancio 2017. Ecco chi può ottenerle.

Le detrazioni fiscali Irpef 2017 contenute nella Legge di Bilancio dello scorso anno vengono confermate per singole unità abitative ed edifici anche per il 2017. Le modalità per ottenere i vantaggi per le ristrutturazioni restano le stesse: pagamento con bonifico parlante, se si rientra nella categoria, invio documentazione.

Le ristrutturazioni di condomini o parte di essi, invece, vengono confermate fino al 31 dicembre 2021: grande opportunità per chi ha intenzione di effettuare interventi di riqualificazione energetica per la sua abitazione.

Le novità, infatti, non consistono solo nell’estensione del periodo delle detrazioni fiscali Irpef ma anche dall’ammontare percentuale di esse: si tratta del 70% o 75% se si rientra in determinati parametri di superficie. Vediamo nello specifico cosa prevede la normativa.

Condominio, detrazioni fiscali Irpef 2017: requisiti per i condomini

Le detrazioni fiscali Irpef 2017, secondo la normativa esistente, cioè l’art. 1 comma 2- quater della Legge 232/2016, possono essere usufruite soltanto da chi opera un intervento superiore al 25% del totale dell’involucro dell’edificio, cioè della sua superficie lorda disperdente. In questo caso la percentuale di detrazione sale al 70%.

I condomini inoltre, possono beneficiare di un ulteriore 5%, quindi per un totale di 75%, se l’intervento di riqualificazione è di tipo energetico: tutto ciò resta valido sia per l’intero condominio che per parti di esso. Le detrazioni, inoltre, sono fruibili anche dagli istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, per interventi realizzati su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Alle detrazioni fiscali Irpef 2017, inoltre, si aggiungono altre opportunità per quei condomini che desiderano godere di un aiuto maggiore: al comma 2-sexies si dichiara che i soggetti beneficiari possono optare per la cessione del corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi, oppure ad altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito. Le modalità di questa opportunità di cessione saranno comunque specificate entro il 1° marzo 2017 dall’Agenzia delle Entrate, eppure è già chiaro che la cessione non potrà avvenire verso istituti di credito e intermediari finanziari.

Detrazioni fiscali Irpef 2017 e documenti condominio: come richiederle

I documenti necessari per richiedere le detrazioni fiscali Irpef 2017 condominio sono due:

  • il primo è l’attestazione energetica rilasciata da un professionista abilitato alla certificazione;
  • il secondo è la scheda descrittiva degli interventi svolti. Entrambi devono essere inviati all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Nello specifico rimandiamo al testo del Decreto “Edifici” del 19 febbraio 2007, modificato poi successivamente.

Le detrazioni fiscali Irpef 2017, tuttavia, sono possibili solo se il pagamento dei lavori condominiali è effettuato tramite bonifico bancario o postale, con inserimento in causale di una formula che rimandi alla detrazione stessa.

Documenti ed entità delle detrazioni sono contenute nella Legge di Bilancio 2017, di cui proponiamo il testo, nonché nel Decreto appena citato, che riportiamo in calce all’articolo.

PDF - 423.8 Kb
D.M. "Edifici" del 19 Febbraio 2007
Clicca sull’icona per scaricare il documento in formato PDF.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03