Voluntary disclosure 2017: modello e istruzioni

Voluntary disclosure 2017: modello e istruzioni

Anna Maria D’Andrea - Moduli fiscali

Voluntary disclosure 2017: modello definitivo pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate con le istruzioni per compilazione e invio.

Voluntary disclosure 2017: modello pubblicato online dall’Agenzia delle Entrate con relative istruzioni. Si tratta della documentazione necessaria per aderire alla collaborazione volontaria con il Fisco sulla base di quanto previsto dal Decreto Fiscale 193/2016.

Con la pubblicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate di modello e istruzioni per aderire alla nuova versione della collaborazione volontaria si può prendere visione delle novità inserite e, prima tra tutte, la nuova scadenza per presentare istanza.

Il modello di voluntary disclosure 2017 dovrà essere compilato e inviato all’Agenzia delle Entrate entro il prossimo 31 luglio 2017 e le domande dovranno essere inviate esclusivamente in modalità telematica, autonomamente o tramite l’ausilio di intermediari abilitati.

Si ricorda a tal proposito che la voluntary disclosure è stata inserita nell’ordinamento tributario italiano con la legge 15 dicembre 2014 n.186. Si tratta dell’adempimento collaborativo voluto per rafforzare la compliance tra contribuenti e fisco e per attenuare il fenomeno dell’evasione fiscale. La voluntary disclosure 2017, ovvero la riapertura dei termini per presentare modello e domanda è stata stabilita con l’art. 7 del Decreto Fiscale 193/2016.

Ecco modello e istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per la voluntary disclosure 2017.

Voluntary disclosure 2017: modello e istruzioni

Il modello di voluntary disclosure 2017 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate è stato corredato dalle istruzioni per compilazione e relativamente a soggetti ammessi alla procedura di conciliazione, ovvero i requisiti soggettivi del contribuente.

Potranno presentare il modello di domanda all’Agenzia delle Entrate i contribuenti nel rispetto dei requisiti soggettivi e per reati fiscali commessi al 30 settembre 2016 per i quali chiedono di pagare l’importo di tasse e imposte evase ma con lo stralcio di sanzioni, interessi di mora e beneficiando del condono penale, eccetto che per i reati gravi collegati all’evasione fiscale.

Ecco il modello di voluntary disclosure 2017 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate da scaricare e compilare.

PDF - 102.3 Kb
Modello Voluntary disclosure 2017
Clicca per scaricare il modello dell’Agenzia delle Entrate per la voluntary disclosure 2017.

Voluntary disclosure 2017: modello e istruzioni, requisiti soggettivi

Il modello dell’Agenzia delle Entrate contiene, tra le sezioni da compilare, quella relativa ai requisiti soggettivi di chi presenta domanda di adesione alla voluntary disclosure 2017, ovvero:

  • soggetto residente che realizza un volume di affari o di ricavi non inferiore a dieci miliardi di euro;
  • soggetto non residente con stabile organizzazione nel territorio dello Stato che realizza un volume di affari o di ricavi non inferiore a dieci miliardi di euro;
  • soggetto residente che realizza un volume di affari o di ricavi non inferiore a un miliardo di euro e che ha presentato istanza di adesione al Progetto Pilota sul Regime di Adempimento Collaborativo di cui all’invito pubblico dell’Agenzia delle entrate del 25 giugno 2013;
  • soggetto non residente con stabile organizzazione nel territorio dello Stato che realizza un volume di affari o di ricavi non inferiore a un miliardo di euro e che ha presentato istanza di adesione al Progetto Pilota sul Regime di Adempimento Collaborativo di cui all’invito pubblico dell’Agenzia delle entrate del 25 giugno 2013;
  • soggetto residente o non residente con stabile organizzazione nel territorio dello Stato che realizza un volume di affari o di ricavi non inferiore a un miliardo di euro nelle ipotesi in cui la domanda per il Progetto Pilota sia stata presentata dall’impresa del gruppo che svolge funzioni di indirizzo in relazione al sistema di controllo del rischio fiscale, anche non in possesso dei requisiti dimensionali;
  • impresa residente o stabile organizzazione di soggetto non residente deputata ad effettuare l’investimento sul territorio dello Stato che intende dare esecuzione alla risposta dell’Agenzia delle entrate, prestata a seguito di istanza di interpello sui nuovi investimenti, di cui all’art.2 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 147, indipendentemente dal volume di affari o di ricavi;
  • possesso di un efficace sistema di rilevazione, misurazione, gestione e controllo del rischio fiscale.

Voluntary disclosure 2017: istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Con il modello di voluntary disclosure 2017 l’Agenzia delle Entrate ha anche pubblicato le istruzioni per la compilazione e l’invio delle domande.

Sulla base di quanto predisposto dall’AdE, la modalità di presentazione del modello è telematica è i contribuenti dovranno inviare la documentazione richiesta all’indiritto PEC dc.acc.cooperative@pec.agenziaentrate.it ovvero, per i soggetti non residenti e privi di indirizzo di posta elettronica certificata, alla casella ordinaria dc.acc.ucc@agenziaentrate.it.

Ecco le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate da scaricare per la compilazione del modello di voluntary disclosure 2017.

PDF - 67.5 Kb
Istruzioni Voluntary disclosure 2017
Clicca per scaricare le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per compilare il modello di voluntary disclosure 2017.

Iscriviti alla nostra newsletter