Ultime notizie pensioni, graduatoria per Ape e Quota 41 precoci. Ultime news sui decreti attuativi

Daniele Di Giovenale - Pensioni

Ape e quota 41: ecco le ultime novità pensioni 2017 in materia di graduatoria e decreti attuativi.

Ultime notizie pensioni, graduatoria per Ape e Quota 41 precoci. Ultime news sui decreti attuativi

Ape e quota 41: a cosa serve la graduatoria ed a che punto siamo con i decreti attuativi?

Ultime notizie pensioni: la graduatoria per Ape social e precoci per Quota 41 è uno dei temi di maggiore rilievo per i molti interessati alle misure della recente riforma. Mentre le news sulle pensioni riportano una pubblicazione a breve dei relativi decreti attuativi, cosa è possibile sapere ad oggi sulla graduatoria per accedere alle novità sulla pensione anticipata?

Cerchiamo quindi di fare il punto sulla situazione con le ultime notizie disponibili, indicando preliminarmente coma la procedura per stilare la graduatoria preveda doppi criteri di valutazione sia all’Ape che a Quota 41. Bisogna inoltre precisare, come vedremo, che una classifica delle domande si renderà necessaria solo in caso di emergenza e quindi potrebbe anche non essere mai stilata.

Ecco le ultime notizie e informazioni sul tema che è possibile reperire al momento per Ape social e precoci di Quota 41.

Ultime notizie pensioni, graduatoria per Ape e Quota 41 precoci. Ultime news su decreti attuativi

Per quanto riguarda la graduatoria di Ape social e di Quota 41 per lavoratori precoci i criteri di accesso dovrebbero prevedere due livelli di selezione: in primo luogo sarà valutato quando si sono maturati i requisiti per una delle due misure e, in caso di parità, la data di precisa di presentazione della domanda. Le ultime notizie sulle pensioni dovranno in ogni caso arrivare con i decreti attuativi ma i margini di manovra sono in ogni caso ristretti.

Le news pensioni fornite dal parere del Consiglio di Stato del 26 aprile proprio sulle bozze di decreti attuativi per Ape e per precoci di Quota 41 prefigurano dei profili di incostituzionalità nel caso in cui non dovessero essere rispettati i due criteri esposti. Tali vincoli sono infatti sanciti dalla stessa Legge di Bilancio 2017, fonte primaria di diritto, che non può essere disapplicata per mezzo di notizie incluse nei decreti attuativi della riforma.

Di particolare rilevanza a riguardo è il criterio di anzianità che spesso è stato citato nelle news pensioni degli ultimi giorni e che era effettivamente presente nella bozza di decreto per Ape social presentato al Consiglio di Stato. Proprio in virtù di quanto detto fino ad ora, tale criterio dovrebbe essere espunto dai prossimi decreti attuativi dal momento che risulta incompatibile con la legislazione attuale.

Ultime notizie pensioni, graduatoria per Ape e Quota 41 precoci: la doppia selezione

Volendo quindi riassumere il ragionamento appena esposto circa le graduatorie, le ultime notizie pensioni prevedono, sia per Ape social che per Quota 41 precoci, la seguente procedura:

  • graduatoria stilata sulla base della data di maturazione dei requisiti differenti per Ape social o Quota 41 per lavoratori precoci;
  • in caso di parità sul primo criterio, valutazione della data di presentazione della domanda all’Inps.

In attesa delle dovute conferme da attendersi solo con i decreti attuativi, bisogna quindi sottolineare come la data di presentazione verrà presa in considerazione unicamente come criterio secondario sia per Ape social che per i lavoratori precoci.

Ultime notizie pensioni, graduatoria per Ape e Quota 41 precoci: a cosa serve?

Se il tema della graduatoria per Ape social e lavoratori precoci di Quota 41 ha avuto una certa risonanza nelle ultime notizie pensioni, bisogna però sottolineare come non è affatto detto che ne sarà mai elaborata una. A cosa dovrebbe infatti servire la famigerata graduatoria?

Una graduazione dei richiedenti si renderà necessaria sia per Ape social che per precoci di Quota 41 solo nel caso in cui, per usare le parole della Legge di Bilancio 2017, “dal monitoraggio delle domande presentate e accolte emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, del numero di domande rispetto alle risorse finanziarie”.

Detto in altri termini, la graduatoria per Ape o precoci si renderà necessaria solo quando si dovesse venire a creare una situazione di criticità in relazione ai fondi stanziati.

Dal momento che per entrambe le misure della riforma pensioni è stato predisposto un numero limitato di fondi, nel caso in cui le ultime notizie pensioni dovessero indicare un possibile sforamento anche ‘in via prospettica’ rispetto alle somme messe in campo dal governo si dovrà correre ai ripari stilando una graduatoria secondo le modalità indicate.